Ultimo aggiornamento 27 maggio 2020

L'emersione del fabbisogno

La Consultazione di Mercato

Le sfide in dettaglio

Il cronoprogramma

 

L'emersione del fabbisogno

La prima azione del programma Smarter Italy prevede la definizione di una o più gare d’appalto innovative per lo sviluppo di soluzioni che migliorino la mobilità e la logistica delle città italiane secondo il paradigma della “Smart city”.
L’azione ha coinvolto, in una serie di incontri tenutisi presso il Ministero dello Sviluppo Economico tra dicembre 2019 e marzo 2020, i Comuni che hanno aderito alla sperimentazione della rete 5G: Bari, Cagliari, Catania, Genova, L’Aquila, Matera, Milano, Modena, Prato, Roma, Torino.
In quella sede, le Città hanno espresso i propri fabbisogni d’innovazione in tema di traffico, di inquinamento, di vivibilità dei centri storici, di fruibilità dei distretti industriali. Tali fabbisogni potranno essere scalabili su tutto il territorio nazionale.
Sulla base dei fabbisogni emersi, è stata avviata una consultazione pubblica con gli operatori di mercato: imprese, start-up, università, centri di ricerca. Successivamente si passerà, se del caso, all’indizione degli appalti.
Le gare saranno pubblicate, oltre che nei modi e termini previsti dalla normativa in materia, anche sul presente portale.
Le soluzioni aggiudicatarie saranno sperimentate sui territori dei comuni proponenti che diventeranno, pertanto, veri e propri laboratori avanzati sul tema della mobilità intelligente di persone e di merci.

 

La Consultazione di Mercato

Con la pubblicazione dell'Avviso di preinformazione sul Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea si è dato avvio al percorso di consultazione. 
La Consultazione è finalizzata a rendere nota agli operatori l'esigenza di innovazione relativa al settore della Smart mobility che le amministrazioni promotrici dell'iniziativa (Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero dell'Università e della Ricerca e del Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri) ritengono di soddisfare facendo ricorso al mercato.  
La consultazione di mercato è pubblica e aperta  a tutto il mercato (imprese, centri di ricerca, università, terzo settore, oltre che alle amministrazioni…) e consente alla Agenzia per l'Italia Digitale, di dialogare, definire al meglio l’oggetto della gara, acquisire elementi utili a formulare il bando di gara, promuovere il networking tra gli operatori di mercato.
Al termine del percorso di consultazione, salvo doversi riscontrare l'esistenza sul mercato di soluzioni industrializzate adeguate al pieno soddisfacimento delle esigenze prospettate, verrà dato seguito alla procedura di appalto di innovazione attraverso la pubblicazione di un bando di gara.
La scelta della procedura da adottare verrà operata in ragione degli esiti della consultazione, del grado di maturità delle soluzioni esistenti e alla eventuale esigenza di intraprendere un percorso di ricerca e sviluppo.
Il valore complessivo di tutti gli acquisti è attualmente determinato in 20 milioni di euro.
La consultazione di mercato avrà inizio con un incontro pubblico che si terrà il 15 giugno 2020. L'incontro si svolgerà tramite una piattaforma digitale.
La partecipazione è aperta a tutti gli operatori siano essi impreseuniversitàcentri di ricercaenti del terzo settorepersone fisiche, etc., previa trasmissione del modulo di iscrizione alla consultazione di mercato.

 

Le sfide in dettaglio:

- Sfida n. 1: Soluzione innovativa predittivo/adattativa per la Smart Mobility
- Sfida n. 2: Soluzioni innovative per il miglioramento della mobilità delle merci
- Sfida n. 3: Soluzioni innovative per il miglioramento della mobilità sostenibile nelle aree a domanda debole
- Sfida n. 4: Soluzioni innovative per il miglioramento della mobilità nei centri storici e nei borghi

 

Il cronoprogramma:

- Giugno 2020, giorno 15: Giornata pubblica di consultazione di mercato - modulo di registrazione
- Maggio 2020: Avviso di preinformazione n. 208397-2020, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea nr. S87 del 04/05/2020
- Aprile 2020: Protocollo di intesa per l'adesione del Ministero della Università e Ricerca e del Ministero per l'Innovazione e la Digitalizzazione
- Marzo 2020: Workshop con le città per la definizione delle sfide di innovazione
- Gennaio 2020: Workshop per l'emersione dei fabbisogni con le città e gli enti di ricerca
- Dicembre 2019: Workshop di kick off e di indirizzo strategico della iniziativa