La campagna di comunicazione

Il programma “Made in Italy” intende realizzare una campagna straordinaria di comunicazione volta a sostenere le esportazioni italiane e l'internazionalizzazione del sistema economico nazionale nel settore agroalimentare e negli altri settori colpiti dall'emergenza derivante dalla diffusione del Covid-19.
Nasce in riferimento all’art. 72, comma 1, lett. a) del D.L n. 18/2020 (cd. Decreto “Cura Italia” - Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19).
Il soggetto responsabile del programma è il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) che svolgerà la propria missione in collaborazione con l’ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane e con il supporto di AgID Agenzia per l’Italia digitale.

 

Sviluppo della iniziativa

La campagna di comunicazione si pone i seguenti obiettivi: 
  • rilanciare l’immagine dell’Italia con una vera e propria campagna di nation branding in grado di attrarre risorse, anche umane, ed investimenti;
  • sostenere le esportazioni italiane, attraverso il rilancio dei settori economici più colpiti dall’emergenza Covid-19 e ridare, al contempo, slancio al settore turistico;
  • ampliare e diversificare i mercati esteri di riferimento per le PMI italiane, in aggiunta ad un’azione di consolidamento della presenza del nostro export in quelli più tradizionali.
I primi destinatari della campagna di comunicazione saranno opinion leader, imprenditori, pubblico giovanile, consumatori ad alto potenziale, da differenziare Paese per Paese.
La campagna dovrà prevedere una diffusione a livello globale, con declinazioni “verticali” nei principali mercati di sbocco dell’export italiano e nelle economie più promettenti per potenzialità di penetrazione commerciale. Al momento sono stati individuati 26 paesi target in tre continenti: Europa, Asia e America. La campagna dovrà privilegiare l’utilizzo di strumenti, azioni, mezzi, iniziative e canali di natura digitale e innovativi, tali da raggiungere con la massima efficacia i target di riferimento
L’articolazione della campagna è pensata come una “campagna madre” di tipo “valoriale”, alla quale agganciare campagne verticali per settori o Paesi o per gruppi di paesi culturalmente omogenei. L’azione dovrà svolgersi con “sinergie promozionali”, esplorando la possibilità di un approccio intersettoriale ed integrato, basato sulle cd. “adiacenze utili”, o per filiera, come, a titolo esemplificativo:
  • Turismo, ospitalità, agroalimentare, artigianato, valorizzazione del territorio, cultura e siti UNESCO, con priorità a quelli meno noti
  • Salute, Aging Society, Turismo
  • Tessile, moda, persona
  • Meccanica, lavorazione legno, arredodesign
  • Innovazione, tecnologia, aerospazio, robotica, intelligenza artificiale, ICT
  • Economia verde, sostenibilità,energie rinnovabili, economia circolare
  • Filiera agroindustria innovativa: sementi, macchine, irrigazione, packaging
  • Commercializzazione, logistica, catena del freddo, ciclo dei rifiuti, biocarburanti
La piattaforma per il procurement di innovazione Appaltinnovativi.gov. supporta le iniziative connesse al programma di comunicazione.

 

La consultazione di mercato

La Consultazione è condotta dall’ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, quale stazione appaltante, su impulso del MAECI e in collaborazione con l’Agenzia per l’Italia digitale (AgID), ai sensi degli artt. 66 e 67 del Codice dei Contratti Pubblici.
La Consultazione è finalizzata all’individuazione di elementi conoscitivi, di proposte, di strumenti e di metodologie innovative, di cui tener conto nella predisposizione dell’oggetto delle successive gare e della relativa documentazione. Le procedure potranno avvenire anche ex art. 63, comma 6, del Codice dei Contratti, come previsto dall’art. 72, comma 2, del d.l. n. 18/2020. Il valore complessivo degli acquisti relativi al programma è di 50 milioni di euro (IVA Inclusa).
Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale Europea dell’avviso 2020/S 107-259453, il 3 giugno 2020 è stato dato avvio alla consultazione preliminare di mercato per “la realizzazione di una campagna straordinaria di comunicazione volta a sostenere le esportazioni italiane e l'internazionalizzazione del sistema economico nazionale nel settore agroalimentare e negli altri settori colpiti dall'emergenza derivante dalla diffusione del Covid-19.”
Il percorso di consultazione ha avuto termine il 29 luglio 2020. Ha coinvolto oltre 600 partecipanti in rappresentanza degli operatori economici che hanno manifestato interesse all’appalto e si è realizzato anche attraverso 8 ore di incontri pubblici on line, 140 domande e risposte, 35 contributi scritti. Si è trattato di un percorso di eccezionale coinvolgimento del mercato, per il quale si porge un sentito ringraziamento a partecipanti e contributori.
La registrazione audio/video degli eventi e il materiale raccolto durante la consultazione è disponibile al pubblico alla presente sezione
Il 03 agosto 2020 è stato pubblicato l'avviso di gara http://ice.amministrazionetrasparente.it/bando/65359 che sarà realizzata nella forma della procedura ristretta di cui all’art. 61 del Codice dei Contratti.
Gli operatori interessati a partecipare alla gara in forma di raggruppamento, possono trovare un contributo in merito consultando la pagina Facciamo squadra”.  

Il cronoprogramma

- 2020, 03 agosto - Pubblicato avviso di gara http://ice.amministrazionetrasparente.it/bando/65359
- 2020, 29 luglio - Termine consultazione preliminare di mercato
- 2020, 13 luglio - Termine call for contribution. Sono pervenuti oltre 30 contributi
- 2020, 1 luglio - Secondo incontro pubblico di Consultazione
- 2020, 19 giugno - Primo incontro pubblico di Consultazione
- 2020, 7 giugno - Avviso di preinformazione in Gazzetta Ufficiale Europea
- 2020, 17 marzo - Decreto Legge n. 18/2020 - "Cura Italia"

 

Documentazione a supporto della consultazione

1 luglio 2020 - Secondo incontro pubblico

19 giugno 2020 - Primo incontro pubblico

 

La sfida in dettaglio

- Made in Italy: rilanciare l’immagine dell’Italia con una campagna di nation branding

Hanno parlato della gara 

- 2020, 19 giugno: Intervento del sottosegretario Manlio di Stefano
- 2020, 8 giugno: Il patto per l'Export