Le innovazioni tecnologiche che nei prossimi anni andranno ad alimentare il settore della Smart Mobility lasciano sperare significativi avanzamenti a beneficio di abitanti e turisti. Soluzioni particolarmente brillanti potrebbero contestualmente contribuire alla distribuzione delle merci nell’ultimo miglio.

La combinazione tra tecnologie emergenti quali Intelligenza Artificiale (AI), Internet delle cose (IoT), blockchain e reti di nuova generazione (5G), permetteranno nei prossimi anni la realizzazione di soluzioni innovative in grado di migliorare sensibilmente anche il trasporto delle persone e delle merci nelle aree a domanda debole.

La distribuzione della popolazione nelle aree rurali è caratterizzata da piccoli nuclei abitativi a distanza tra loro. In queste situazioni il trasporto pubblico è spesso difficoltoso e non può garantire, per frequenza e copertura, i servizi dei nuclei urbani di maggiori dimensioni.

Le Aree a Domanda Debole (ADD) sono porzioni di territorio, urbano o interurbano, con domanda di trasporto bassa o medio-bassa e caratterizzate da una considerevole dispersione spaziale e temporale. L’attributo ‘a domanda debole’ è direttamente correlato al numero di spostamenti generati dall’area, ma può anche riferirsi al grado di frammentazione della domanda per cui piccoli gruppi - frazioni o case sparse - generano bassi livelli di domanda di mobilità. 
Il trasporto nelle ADD rappresenta una criticità lungi dal poter essere considerata risolta, nonostante già da qualche anno diverse amministrazioni abbiano avviato sperimentazioni di soluzioni basate sulle tecnologie del momento.

I sistemi di pubblica mobilità in contesti urbani complessi non riescono spesso a soddisfare le necessità degli utenti sia a causa di una flotta ridotta sia a causa di flussi di spostamenti non sempre preventivabili

Si chiede di ideare e sviluppare soluzioni originali di smart mobility per le Aree a Domanda Debole.

Le soluzioni ideali dovranno consentire di soddisfare pienamente la domanda
del territorio, pur garantendo il rispetto dei seguenti requisiti:
- sostenibilità economica sia per l’amministrazione pubblica che per l’utenza;
- basso impatto ambientale.

In questo contesto emerge la necessità di individuare soluzioni innovative in grado di offrire una copertura capillare del territorio, garantendo gli spostamenti dei cittadini dalle loro residenze fino ai “transportation hubs” principali (stazioni principali di bus e treni) o fino ai luoghi principali (scuole, ospedali, centri urbani, centri sportivi ecc.).

I possibili beneficiari della soluzione potrebbero essere i Comuni con Aree a Domanda Debole.

Open

Pubblicazione: 04-03-2020
Proponente: Comune di L'Aquila

Altri fabbisogni

SOLUZIONI PER LA FORMAZIONE E IL SUPPORTO AI RESPONSABILI DEGLI APPALTI DI INNOVAZIONE

Agenda Digitale e Smart Communities

fabbisogni
SOLUZIONI PER LA FORMAZIONE E IL SUPPORTO AI RESPONSABILI DEGLI APPALTI DI INNOVAZIONE

Sviluppare strumenti e metodi per costruire le competenze necessarie ai funzionari responsabili di appalti di innovazione, e sviluppare i servizi di supporto alla conduzione delle gare.

Pubblicazione: 05-12-2018
Proponente: AGID

LEGGI DI PIÙ
MOTORE PREDITTIVO PER LA GOVERNANCE DELLA SMART LANDSCAPE

Agenda Digitale e Smart Communities

fabbisogni
MOTORE PREDITTIVO PER LA GOVERNANCE DELLA SMART LANDSCAPE

Sviluppo di un motore predittivo in grado di rappresentare il comportamento del sistema non lineare complesso Smart Landscape, in funzione dell’introduzione di nuove tecnologie, nuovi servizi o nuovi processi.

Pubblicazione: 06-12-2018
Proponente: AGID

LEGGI DI PIÙ
UN MOTORE DI RICERCA PER PIATTAFORME DI OPEN INNOVATION PROCUREMENT

Agenda Digitale e Smart Communities

fabbisogni
UN MOTORE DI RICERCA PER PIATTAFORME DI OPEN INNOVATION PROCUREMENT

Sviluppo di una soluzione per la correlazione “automatica” delle challenge pubblicate nelle piattaforme di open innovation pubbliche e private

Pubblicazione: 30-04-2019
Proponente: Agid, Soresa, Regione Campania

LEGGI DI PIÙ