Facilitare gli spostamenti delle persone all'interno di territori con domanda di trasporto bassa o medio-bassa

Il contesto di riferimento

La combinazione tra tecnologie emergenti quali Intelligenza Artificiale (AI), Internet delle cose (IoT), blockchain reti di nuova generazione (5G), permetteranno nei prossimi anni la realizzazione di soluzioni innovative in grado di migliorare sensibilmente anche il trasporto delle persone e delle merci nelle aree a domanda debole.

Le Aree a Domanda Debole (ADD) sono porzioni di territorio, urbano o interurbano, con domanda di trasporto bassa o medio-bassa e caratterizzate da una considerevole dispersione spaziale e temporale. L’attributo "a domanda debole" è direttamente correlato al numero di spostamenti generati dall’area, ma può anche riferirsi al grado di frammentazione della domanda per cui piccoli gruppi - frazioni o case sparse - generano bassi livelli di domanda di mobilità.

Il trasporto nelle ADD rappresenta una criticità e lungi dal poter essere considerata risolta, nonostante già da qualche anno diverse amministrazioni abbiano avviato sperimentazioni di soluzioni basate sulle tecnologie del momento.

I sistemi di pubblica mobilità in contesti urbani complessi non riescono spesso a soddisfare le necessità degli utenti,.sia a causa di una flotta ridotta sia a causa di flussi di spostamenti non sempre preventivabili.

Inoltre le mutate condizioni di trasporto dettate dall'esigenza di far fronte alla pandemia causata dal Covid-19, rendono indispensabile il rafforzamento del servizio nelle tratte a maggior domanda.

Ciò implica il rischio che, non essendo sostenibile un adeguato aumento della spesa per personale e mezzi, il servizio a beneficio delle ADD venga ulteriormente ridimensionato e comunque non predisposto per soddisfare le misure di contenimento oggi previste, determinando, in entrambi i casi, una riduzione della capacità di risposta alla domanda nella maggior parte dei casi espressa da soggetti appartenenti alle classi meno abbienti della popolazione. 

 

Il fabbisogno

Si chiede di ideare e sviluppare soluzioni originali di smart mobility per le Aree a Domanda Debole.

Le soluzioni ideali dovranno consentire di soddisfare pienamente la domanda
del territorio, pur garantendo il rispetto dei seguenti requisiti:
sostenibilità economica sia per l’amministrazione pubblica che per l’utenza;
basso impatto ambientale.

In questo contesto emerge la necessità di individuare soluzioni innovative in grado di offrire una copertura capillare del territorio, garantendo gli spostamenti dei cittadini dalle loro residenze fino ai “transportation hubs” principali (stazioni principali di bus e treni) o fino ai luoghi principali (scuole, ospedali, centri urbani, centri sportivi ecc.).

I possibili beneficiari della soluzione potrebbero essere i Comuni con Aree a Domanda Debole.

La sperimentazione delle soluzioni selezionate potrà avvenire sul territorio dei Comuni di:

L' Aquila, Genova, Modena, Prato, Torino

 

Le altre sfide del programma Smarter Italy - Smart Mobility:

- Soluzione innovativa predittivo/adattativa per la Smart Mobility

- Soluzioni innovative per il miglioramento della mobilità delle merci

- Soluzioni innovative per il miglioramento della mobilità nei centri storici e nei borghi

Open

Pubblicazione: 04-05-2020
Fascia di importo: Da definire
Proponente: MID - MISE - MUR
Appaltante: Agenzia per l'Italia Digitale

La consultazione di mercato

L'iniziativa rientra nel programma Smarter Italy, azione congiunta del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero dell'Università e della Ricerca e del Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Città Intelligenti, Smart Mobility & Logistics rappresenta la prima area di intervento del programma.

La consultazione è finalizzata a rendere nota agli operatori l'esigenza di innovazione relativa al settore della Smart mobility che le succitate amministrazioni ritengono di soddisfare facendo ricorso al mercato; al contempo ha lo scopo di permettere alla committenza di ottenere elementi di valutazione utili per la preparazione degli appalti.

Al termine del percorso di consultazione, salvo doversi riscontrare l'esistenza sul mercato di soluzioni industrializzate adeguate al pieno soddisfacimento delle esigenze prospettate, verrà dato seguito alla procedura di appalto di innovazione attraverso la pubblicazione di un bando di gara.

La scelta della procedura da adottare verrà operata in ragione di quanto emergerà in relazione al grado di maturità delle soluzioni esistenti e alla connessa esigenza di intraprendere un percorso di ricerca e sviluppo.

Il valore complessivo di tutti gli acquisti relativi alla tematica Città Intelligenti, Smart Mobility & Logistics è attualmente determinato in 20 milioni di euro.

La consultazione di mercato avrà inizio con un incontro pubblico che si terrà il 15 giugno 2020. L'incontro si svolgerà tramite una piattaforma digitale, secondo le modalità che verranno pubblicate nel profilo del committente e nella pagina web dedicata all'area tematica.

La partecipazione è aperta a tutti gli operatori siano essi impreseuniversitàcentri di ricercaenti del terzo settorepersone fisiche, etc. previa trasmissione del modulo di iscrizione alla consultazione di mercato.

Altre consultazioni di mercato

RIDURRE LA PRODUZIONE DI FANGHI BIOLOGICI NEI PICCOLI DEPURATORI

Energia e ambiente

Open
sfide
RIDURRE LA PRODUZIONE DI FANGHI BIOLOGICI NEI PICCOLI DEPURATORI

Il Comune di Lattarico cerca soluzioni finalizzate all’up-grading e gestione degli impianti di trattamento delle acque reflue urbane ed industriali attraverso lo studio e l’ottimizzazione di biotecnologie innovative, facilmente integrabili tra loro ed in impianti esistenti

Pubblicazione: 21-06-2016
Tipologia Procedura: Pre commerciale (PCP)
Proponente: Comune di Lattarico
Appaltante: Ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca

LEGGI DI PIÙ
INDIVIDUARE PRODOTTI ITTICI DECONGELATI VENDUTI COME FRESCHI

Salute e qualità della vita

Open
sfide
INDIVIDUARE PRODOTTI ITTICI DECONGELATI VENDUTI COME FRESCHI

L’Azienda Sanitaria Provinciale (ASP) di Catania cerca nuove soluzioni per riconoscere i prodotti ittici decongelati

Pubblicazione: 11-04-2018
Tipologia Procedura: Pre commerciale (PCP)
Proponente: Azienda Sanitaria Provinciale Catania
Appaltante: Ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca

LEGGI DI PIÙ
INDIVIDUARE ANTIBIOTICI NEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE

Salute e qualità della vita

sfide
INDIVIDUARE ANTIBIOTICI NEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE

L'Azienda Sanitaria Provinciale (ASP) di Catania cerca soluzioni per rilevare la presenza di antibiotici proibiti nelle carni commercializzate

Pubblicazione: 11-04-2017
Tipologia Procedura: Pre commerciale (PCP)
Proponente: Azienda Sanitaria Provinciale Catania
Appaltante: Ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca

LEGGI DI PIÙ