Ideare e sviluppare soluzioni originali relative a piattaforme di smart mobility in grado di favorire la mobilità urbana

Il Contesto di riferimento

Le fonti di informazioni a disposizione in una smart city sono molteplici e destinate ad aumentare nei prossimi anni grazie alla maggiore integrazione con i sistemi di IOT e le reti di comunicazione di nuova generazione (5G). Si tratta di un flusso ininterrotto di dati che è fondamentale veicolare, aggregare e studiare in modo intelligente per trasformarli in una risorsa utile a migliorare la qualità della vita dei cittadini a breve ed a lungo termine.

L'epidemia da Covid-19 ha poi dimostrato come il dato possa essere usato come strumento di difesa e di tutela delle persone anche e ancor più in situazioni complesse che richiedono la contestuale valutazione di un numero elevatissimo di variabili al fine di attuare scelte efficaci, in tempi brevi e con capacità di risposta in near real time.

Il paradigma della nuova mobilità post Coronavirus prevede, quindi, maggiori flussi di veicoli alternativi alle autovetture e un trasporto pubblico che garantisca la salute del cittadino/utente, spesso appartenente alle categorie più fragili della popolazione, rispettando le misure di contenimento del contagio.

 

Il fabbisogno

Si chiede di ideare e sviluppare soluzioni originali relative a piattaforme di smart mobility in grado di favorire la mobilità urbana offrendo:
 strumenti di simulazione di supporto alla pianificazione di interventi atti a
preservare o migliorare aspetti quantitativi o qualitativi della mobilità urbana e a consentire la programmazione del trasporto pubblico integrato;
● funzionalità di monitoraggio, proattivi e predittivi di tipo near-real-time per
l’ottimizzazione dinamica del traffico veicolare e di elementi infrastrutturali ad esso collegati (es. posteggi, parcheggi cittadini, parcheggi riservati - disabili, carico e scarico merci - piste ciclabili, colonnine ricarica elettrica, ecc);

Le soluzioni dovranno garantire le prestazioni, in termini di efficacia ed efficienza, al variare del contesto urbano di riferimento.

La sperimentazione delle soluzioni selezionate potrà avvenire sul territorio dei Comuni di:

L’AquilaBariCagliariCataniaGenoaMateraModenaMilanoPratoRomaTorino

 

Le altre sfide del programma Smarter Italy - Smart Mobility:

- Soluzioni innovative per il miglioramento della mobilità delle merci

- Soluzioni innovative per il miglioramento della mobilità sostenibile nelle aree a domanda debole

- Soluzioni innovative per il miglioramento della mobilità nei centri storici e nei borghi

Open

Pubblicazione: 04-05-2020
Fascia di importo: Da definire
Proponente: MID - MISE - MUR
Appaltante: Agenzia per l'Italia Digitale

La consultazione di mercato

L'iniziativa rientra nel programma Smarter Italy, azione congiunta del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero dell'Università e della Ricerca e del Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Città Intelligenti, Smart Mobility & Logistics rappresenta la prima area di intervento del programma.

La consultazione è finalizzata a rendere nota agli operatori l'esigenza di innovazione relativa al settore della Smart mobility che le succitate amministrazioni ritengono di soddisfare facendo ricorso al mercato; al contempo ha lo scopo di permettere alla committenza di ottenere elementi di valutazione utili per la preparazione degli appalti.

Al termine del percorso di consultazione, salvo doversi riscontrare l'esistenza sul mercato di soluzioni industrializzate adeguate al pieno soddisfacimento delle esigenze prospettate, verrà dato seguito alla procedura di appalto di innovazione attraverso la pubblicazione di un bando di gara.

La scelta della procedura da adottare verrà operata in ragione di quanto emergerà in relazione al grado di maturità delle soluzioni esistenti e alla connessa esigenza di intraprendere un percorso di ricerca e sviluppo.

Il valore complessivo di tutti gli acquisti relativi alla tematica Città Intelligenti, Smart Mobility & Logistics è attualmente determinato in 20 milioni di euro.

La consultazione di mercato avrà inizio con un incontro pubblico che si terrà il 15 giugno 2020. L'incontro si svolgerà tramite una piattaforma digitale, secondo le modalità che verranno pubblicate nel profilo del committente e nella pagina web dedicata all'area tematica.

La partecipazione è aperta a tutti gli operatori siano essi impreseuniversitàcentri di ricercaenti del terzo settorepersone fisiche, etc. previa trasmissione del modulo di iscrizione alla consultazione di mercato.

Altre consultazioni di mercato

RIDURRE LA PRODUZIONE DI FANGHI BIOLOGICI NEI PICCOLI DEPURATORI

Energia e ambiente

Open
sfide
RIDURRE LA PRODUZIONE DI FANGHI BIOLOGICI NEI PICCOLI DEPURATORI

Il Comune di Lattarico cerca soluzioni finalizzate all’up-grading e gestione degli impianti di trattamento delle acque reflue urbane ed industriali attraverso lo studio e l’ottimizzazione di biotecnologie innovative, facilmente integrabili tra loro ed in impianti esistenti

Pubblicazione: 21-06-2016
Tipologia Procedura: Pre commerciale (PCP)
Proponente: Comune di Lattarico
Appaltante: Ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca

LEGGI DI PIÙ
INDIVIDUARE PRODOTTI ITTICI DECONGELATI VENDUTI COME FRESCHI

Salute e qualità della vita

Open
sfide
INDIVIDUARE PRODOTTI ITTICI DECONGELATI VENDUTI COME FRESCHI

L’Azienda Sanitaria Provinciale (ASP) di Catania cerca nuove soluzioni per riconoscere i prodotti ittici decongelati

Pubblicazione: 11-04-2018
Tipologia Procedura: Pre commerciale (PCP)
Proponente: Azienda Sanitaria Provinciale Catania
Appaltante: Ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca

LEGGI DI PIÙ
INDIVIDUARE ANTIBIOTICI NEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE

Salute e qualità della vita

sfide
INDIVIDUARE ANTIBIOTICI NEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE

L'Azienda Sanitaria Provinciale (ASP) di Catania cerca soluzioni per rilevare la presenza di antibiotici proibiti nelle carni commercializzate

Pubblicazione: 11-04-2017
Tipologia Procedura: Pre commerciale (PCP)
Proponente: Azienda Sanitaria Provinciale Catania
Appaltante: Ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca

LEGGI DI PIÙ